Please reload

Post recenti

1° Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza 2017 - "La Salute tra Scienza e Falsi Miti nell’Era 2.0” - Reportage C1V, puntata 1

May 9, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

Puntata 3 - Reportage Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza 2017 - "La salute tra Scienza e Miti nell'Era 2.0"

May 28, 2017

Continuano le “conversazioni” con i diversi relatori intervenuti al 1° Congresso Nazionale “Medicina e Pseudoscienza – La Salute tra Scienza e Falsi Miti nell’Era 2.0”. Siamo giunti alla terza e ultima puntata di questo reportage.

 

La terna finale di quesiti, come si suol dire, intende “gettare il cuore oltre l’ostacolo”, mostrando al pubblico un team di donne e uomini di scienza, menti eccelse – ciascuna nel proprio specifico ambito di attività – ma dal volto “umano”, che lavorano già alacremente all’edizione 2018.

 

7) Un ricordo, aneddoto, frase, che l’accompagnerà per i prossimi mesi?

 

Che la scienza non è democratica – esordisce al riguardo il Prof. Dobrilla, ricordando l’intervento del Prof. Burioni - le eventuali divergenze vanno discusse tra competenze di pari grado. 2 + 2 fa 4 e non ci sono opinioni alternative”.

Un luminare, che ha letteralmente rapito la platea, come ha dichiarato anche il Prof. Conte: “Non conoscevo il Professor Dobrilla. Sono rimasto affascinato dalla sua capacità divulgativa, ma, soprattutto, dalla sua sconfinata preparazione. Mi ha fatto pensare “Ecco. È così che dovrebbe essere un medico!”. È una persona con la quale si scambiano volentieri impressioni su argomenti di ogni tipo. Devo dire che mi ricorderò dei suoi interventi e delle poche chiacchiere che abbiamo fatto”.

Anche il Dott. Bulla è rimasto molto colpito dalla presentazione del Prof Dobrilla sul placebo: “…che di certo ruberò, per inserirne una parte in alcuni miei interventi. Pazienza, andrò all'inferno”.

A sua volta è stato d’ispirazione al Dott. Pacini: “le persone non danno così più tanto credito alla professionalità sanitaria, non identificano nel medico o chi per lui una figura di cui fidarsi o da cui ricavare delle nozioni su problemi sanitari

Si fanno più affari con i prodotti biologici e le medicine omeopatiche che coi vaccini – prosegue il Dott. Conte - frase estratta dall'avvincente presentazione del Prof. Burioni, a dimostrazione di come alcuni mantra antivaccinisti poggino su piedi instabili e molto fragili, ripetuti acriticamente, senza reale conoscenza della materia”.

Anche per la Dott.ssa Pugno le argomentazioni antivax son state spunto di grandi riflessioni.

Le fanno eco il Prof. Fuso e il Dott. Tafi: “Non possiamo non citare la frase che l’amico Roberto Burioni ha pronunciato nel suo intervento, a proposito di chi si oppone ai vaccini: “Dare del cretino a un antivaccinista non è un insulto, bensì una diagnosi!”. È un’affermazione forte, ma quanto mai efficace”.

La Dott.ssa Pignatti non ha dubbi: “Il sorriso e la voce solare della nostra patron, l’editrice Cinzia​ Tocci, insieme al meraviglioso Luca Menichelli”.

Secondo il Dott. Trombotto tocca imparare a prendersi cura di noi stessi, ricercando il meglio nella salute: “La scienza è la risposta a questo bisogno. Inoltre voglio esserci anche al prossimo congresso”.

Il Dott. Iacovone è rimasto colpito dall'entusiasmo di tutti i partecipanti e dall'approccio multidisciplinare: “I diversi punti di vista da parte di psicologi, psichiatri, medici, giornalisti sono stati un valore aggiunto”.

 

 

Ogni anno si celebra la Settimana dell'Immunizzazione promossa dall'OMS a livello sia mondiale che europeo. Qui ricordiamo il contributo del Prof. Roberto Burioni nell'ambito dello speciale Ansa Salute, che ci ha rilasciato nell'aprile del 2016.

Suo l'intervento "I vaccini: la scienza e le bugie. Cosa sono e come funzionano. La buona e cattiva informazione nella rete" nel 2017 al primo Congresso nazionale Medicina e Pseudoscienza.

 

8. Una sua dichiarazione in occasione della recente settimana mondiale dell'immunizzazione 2017...

 

Secondo il Prof. Dobrilla: “L’enfasi sulla good clinical practice non è mai troppa”.

Il Dott. Conte ripropone un post FB pubblicato proprio in tale circostanza: “Oggi comincia la settimana mondiale delle *vaccinazioni*. Se la foto da sola non fosse sufficiente a quanti, in questo nuovo Medioevo di sfiducia nella scienza, hanno bisogno di dimostrazioni che i vaccini servano, ci si può rifare al sito dell'Istituto Superiore di Sanità